pasta con pomodorini gialli, colatura di alici e pistacchi – cugini che portano il Sole

C’è forse qualcosa di più bello ed importante della famiglia? Non si tratta di legami di sangue, di aver fatto tutti i Natali insieme, di aver pranzato ogni domenica dalla nonna.
É invece la consapevolezza di non essere mai soli, di poter affrontare ogni ostacolo perché ci sono persone che non ci abbandoneranno mai, che credono in noi e che ci spingono a tenere il futuro fra le mani per renderlo nostro.

Non sempre è facile, a volte non dipende da noi. Ci si rifugia quindi nell’attesa, aspettando così che le cose cambino, che si cresca. Ma l’attesa è di fatto deleteria e la frase “il tempo aggiusterà le cose” semplicemente illusoria. Il domani sarà diverso solo se agiremo in maniera differente da ieri.
Il che significa non smettere mai di provarci: che siano piccoli gesti, un messaggio, un saluto, un “okay ti lascio le ciabatte che scivolano”, anche quando non vedevi l’ora di pattinare sul parquet di Nonna con le pantofole a quadri neri e rossi.

Famiglia è lasciare sempre la porta aperta, che sia quella di casa o quella del cuore. Prima o poi, se si accompagna la speranza con i gesti, la porta verrà varcata, il cuore riempito di gioia, una pasta cucinata.

 

 

 

E io vi auguro che la pasta in questione sia proprio questa: irresistibili linguine avvolte da una salsa decisa, ma comunque fresca e leggera. Una pasta “gialla” come il sole, lo stesso che i miei cugini portano nella mia vita.

 

INGREDIENTI:

Per il sugo:

  • 360 g spaghetti o linguine, trafilati a bronzo
  • 6 cucchiai d’olio e.v.o.
  • 400 g pomodorini gialli in succo (un barattolo)
  • 2 cucchiai di olive taggiasche in olio d’oliva
  • 1 cucchiaino di capperi sotto sale, passati sotto l’acqua corrente
  • 4 cucchiai di colatura di alici
  • 1 spicchio d’aglio, peperoncino q.b., basilico, fiori di zucca puliti e lavati, scorza di limone
  • sale e un pizzico di zucchero

Per il crumble di pistacchi:

  • 3 cucchiai di granella di pistacchi
  • 2 cucchiai di grissini frantumati
  • 1 cucchiaio d’olio
  • sale

METODO:

  1. per il crumble di pistacchi: in un padellino a fuoco medio scalda l’olio, quindi unisci i grissini ed i pistacchi precedentemente combinati fra loro. Sala leggermente e fai cuocere per qualche minuto, mescolando spesso così da avere una tostatura uniforme. Quando saranno ben croccanti, tostati e fragranti, rimuovi il tutto dal fuoco e trasferiscilo su un piatto: fai freddare.
  2. per il sugo: fai scaldare in una padella adatta a far saltare poi la pasta l’olio insieme ad uno spicchio d’aglio, le olive i capperi e, se ti piace, al peperoncino. Quando inizia a sfrigolare, cuoci per una trentina di secondi, quindi unisci i pomodorini gialli. Mescola per bene, aggiungi un pizzico di zucchero per bilanciare l’acidità del pomodoro se necessario, quindi unisci anche qualche fogliolina di basilico spezzettato con le mani. Cuoci per una quindicina di minuti. Ricordati di rimuovere lo spicchio d’aglio.
  3. per la pasta: porta a bollore una pentola d’acqua salata: una volta a bollore, buttaci la pasta e cuoci al dente (segui i tempi di cottura riportati sul pacchetto). Scola quindi al pasta quando è al dente, assicurandoti di tenere un po’ di acqua di cottura. Finisci dunque di cuocere le linguine nel sugo e, una volta pronte, rimuovi la pentola dal fuoco. Unisci ora i fiori di zucca spezzettati con le mani, la colatura di alici e un poco di scorza di limone. Mescola per bene e servi immediatamente, sormontando il tutto con la granella di pistacchi.

Consigli:

  1. ti consiglio di non salare il sugo della pasta, poiché sia i capperi sia la colatura sono molto sapidi. Sei sempre in tempo ad aggiungere un pizzico di sale alla fine.

 

 

Questa è la mia versione, aspetto la tua.

XOXO Cooker Girl.

Recommended Posts

Leave a Comment