Roma – storia di risate, carbonare e persone meravigliose

Venerdì 11 agosto, h. 8.00 – partenza da Torino Porta Nuova, direzione Roma Termini.

In realtà, quel venerdì è iniziato decisamente prima, almeno da una settimana. Da tempo, ormai, le conversazioni tra me e Schery, la mia migliore amica, erano più o meno tutte così: “amica, voglio tornare da Roma che, a forza di carbonare, amatriciane e cacio e pepe, sarò diventata io stessa un carboidrato” oppure “oh amica, ma farà freddo? No, perché comunque Roma è praticamente al sud.” “Amica, non lo so, guarda le previsioni” “Dovrebbe fare bello, ma non si sa mai, io qualche giacca la prendo”. Insomma, con non si sa mai come mantra, Schery si è portata dietro anche il sacco a pelo.

Ad ogni modo, dopo una sessione di workout mattutina (dovuta al trasporto della valigia di Schery), siamo finalmente salite sul treno. Era ormai da settimane che noi, piemontesi doc, ci rivolgevamo l’una all’altra utilizzando il dialetto romano, così, giusto per entrare nel mood (anche se un americano avrebbe avuto un accento decisamente migliore del nostro). Dopo circa 4 ore di viaggio, trascorse a guardare documentari su Netflix (quali Chef’s Table e Cooked) siamo finalmente arrivate nella città eterna. Tralasciando il fatto che, appena uscite dalla stazione, abbiamo fatto zig-zag tra i taxi, scaturendo quindi commenti quali “ma che caz… state a fa’, aoohh” da parte dei tassisti, in qualche minuto siamo giunti in albergo: un delizioso hotel in una via laterale a fianco del Vaticano.

Una posizione magnifica, situato in una via davvero deliziosa, caratterizzata da diversi bar, ristorantini, gelaterie e locali di quartiere, a circa 3 minuti a piedi dal Vaticano e 5 da Castel Sant’Angelo, l’Hotel Conciliazione (http://www.hotelconciliazione.it) è il luogo ideale per pernottare, la cui posizione offre la possibilità di scoprire la città a piedi.

 

Il borgo in cui è situato l'albergo

Il borgo in cui è situato l’Hotel Conciliazione.

 

21458309_921949954626394_1092135478_o

Castel Sant’Angelo.

 

21458395_921949891293067_1624443732_o

Il Vaticano, tardo pomeriggio.

 

Il consiglio più importante che io possa darvi riguardo Roma (o ogni altra città) è davvero semplice; dimenticate le cartine, Google Maps; scordatevi i mezzi di trasporto; camminate senza meta; perdetevi tra le vie del centro storico, siate curiosi e non fermatevi: ovunque voi siate, troverete sempre qualcosa di incredibilmente caratteristico, un pezzo di storia, un vicolo unico.

 

La bellezza di Roma è racchiusa nelle sue vie, negli stretti vicoli del centro storico, nell'aria che si respira camminando tra le strade di una della città più belle al mondo.

La bellezza di Roma è racchiusa nelle sue vie, negli stretti vicoli del centro storico, nell’aria che si respira camminando tra le strade di una della città più belle al mondo.

 

21458711_921949944626395_1989641145_o

 

Non vi parlerò della magnificenza del Vaticano, dell’immortalità di Castel Sant’Angelo o della maestosità dell’Altare della Patria: questi, insieme alle rovine Romane, al Senato, a Piazza di Spagna, a Piazza Navona, alla fontana di Trevi ed al Pantheon, sono spots la cui grandisità ed infinita bellezza risulta quasi impossibile da raccontare. Per questo motivo, lascerò che siano le foto a farlo. C’è un edificio, però, che mi ha colpita particolarmente. Ci siamo capitati per caso, girovagando senza meta nel tardo pomeriggio. Stavamo ritornando in hotel, quando, all’improvviso, ci ritroviamo davanti alla Corte di Cassazione: un edificio magnifico, mozzafiato, grandioso, messo ancora più in risalto dai graziosi giardini di fronte.

 

21556906_922414561246600_803481763_o

Corte di Cassazione di Roma.

 

21441416_921950094626380_124115489_o

Piazza Navona.

 

21556014_922447087910014_360410084_o

Il Pantheon.

 

21458513_921949804626409_2104836736_o

Il Colosseo e l’arco di Costantino.

 

Come vi ho detto, non sono una grande fan dei viaggi organizzati, delle cartine e dei programmi: adoro camminare, perdendomi letteralmente tra le vie della città.

Ad ogni modo, vorrei consigliarti alcuni locali, vie e luoghi che mi hanno davvero rubato il cuore.

 

  • Colazione: iniziando la giornata tra i vicoli più caratteristici di Roma.
  • Casa e Bottega, Via Del Coronari 183

Ho già parlato di questo grazioso bar nel post della Torta di Caroteè un locale davvero carino, molto piccolo, ma decisamente accogliente. Offre ogni tipo di colazione: dalle uova strapazzate e bacon, sino al pane di campagna con burro e marmellata, passando per croissant deliziosi e super golosi. Un caffè al volo, una fetta di torta e si ha la carica giusta ed il buon umore per scoprire l’intera città.

Ecco tutte le indicazioni circa questo bar: https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d9737009-Reviews-Casa_Bottega-Rome_Lazio.html

 

20968079_912101318944591_285689734_o

 

21015503_912102232277833_60892907_n

 

  • Pranzo: Una passeggiata circondati da pura bellezza, un pranzo magnifico, con una vista altrettanto spettacolare
  • Ristorante Ciampini, Via del Leoncino 43 

Dopo colazione, passando per Piazza Navona, dirigetevi verso via Condotti e respirate il ricordo della prima boutique delle Sorelle Fontana, osservate l’arte dell’alta sartorialità italiana. Passeggiate prestando attenzione ad ogni minimo dettaglio di quelle vetrine indimenticabili e, senza nemmeno rendervene conto, arriverete in Piazza di Spagna: fermatevi ed alzate lo sguardo. La Scalinata di Trinità dei Monti è davanti a voi, in tutta la sua bellezza. Osservate anche i passanti, immaginatene la storia, il viaggio che li ha portati lì. E poi pensate a voi, alla vostra storia e, vi assicuro, in quel preciso istante sarete davvero felici. Ora salite quei gradini, pensando a quanti passi hanno già scalato quelle gradinate; arrivate sino in cima e poi, giratevi: sarete nello stesso luogo, nella stessa città, ma, da un’altra prospettiva, tutto sembrerà diverso. Giunti poi in cima, svoltate a sinistra e proseguite dritto sino ad arrivare davanti al Ristorante Ciampini: entrate, chiedete un tavolo e godetevi un pranzo delizioso. Cucina mediterranea, ingredienti di alta qualità e una vista mozzafiato. Mi raccomando: non lasciate il ristorante senza aver provato il loro gelato. Cioccolato fondente, crema e cocco erano assolutamente to die for.

Potete prenotare un tavolo direttamente sul sito: http://www.ciampini.com/menu/

 

21557028_922446241243432_938177626_o

Passeggiando per via Condotti, alzate lo sguardo e …

 

21460092_922447061243350_1800520309_o

 

La vista dal Ristorante Ciampini.

La vista dal Ristorante Ciampini.

 

Dopo pranzo, usciti dal locale, svoltando a sinistra e costeggiando il bellissimo paesaggio, potete scendere nuovamente, sino a giungere in Piazza del Popolo.

 

Piazza del Popolo.

Piazza del Popolo.

 

  • Cena: il locale più Romano di Roma, una carbonare eccezionale e uno staff esilarante.
  • La Fraschetta di Castel Sant’Angelo, Via del Banco di Santo Spirito 20 

Un dei locali più caratteristici che io abbia mai visto, letteralmente tappezzato dai colori della Roma: la Fraschetta di Castel Sant’Angelo è un ristorante magnifico, dov’è possibile gustare tutta la bontà e golosità dell’autentica cucina romana. Pochi piatti, ma eseguiti alla perfezione, rispettando la tradizione e utilizzando ingredienti di qualità: i taglieri di salumi e formaggi sono l’ideale per iniziare una ricca cena, ma i primi sono qualcosa di spaziale. Assolutamente da provare è la carbonara: cremosa, avvolgente, ricca di croccanti striscioline di guanciale. Se, invece, siete amanti del piccante, l’ajo e ojo è davvero una bomba (super piccante!). Le paste, rigorosamente servite in padella e condivise al tavolo, rendono questo ristorante uno dei migliori di Roma. Se siete in compagnia di amici, la Fraschetta è assolutamente un must. Valore aggiunto è certamente lo staff e l’atmosfera allegra e amichevole che, insieme al profumo di guanciale appena rosolato, caratterizza questo locale. Il tiramisù a fine cena, poi, non può mancare. Mi raccomando: non avanzate la pasta, perché sarebbe un po’ come bestemmiare in un luogo così 😂. Infine, non lasciate il ristorante senza prima aver scritto un pensiero sul tovagliolo! Chiedete poi al proprietario Guido di darvi il nastro adesivo, attaccate la vostra “recensione” alle pareti e contribuirete così a rendere il locale ancora più particolare.

Trovi tutti i contatti della Fraschetta cliccando qui: https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d6547132-Reviews-La_Fraschetta_di_Castel_Sant_Angelo-Rome_Lazio.html#photos;geo=187791&detail=6547132&aggregationId=101

 

21534641_921949794626410_638672149_o

 

Dopo cena, camminate sino a Trastevere e lasciatevi trasportare dalla melodia degli artisti di strada e dal brusio della vita notturna. Osservate la gente nei locali, guardate quei tre amici seduti sul gradino, godevi le loro risate, la felicità che si respira in quel luogo. Notate i piccoli gesti, le piccole cose, cioè tutto quello che, alla fine, ricorderete con più affetto. Dimenticate l’orologio e tornate in hotel quando volete, tornateci costeggiando il Tevere e godendovi Le luci della città.

Guarda da qui le luci della città

E non capisco dove sia casa mia

Mi chiedevo se

Salto nel vuoto, vieni con me

Guarda da qui le luci della città

E mentre i taxi vanno via

Hai detto che eri solo mia

Mi chiedevo se

Vanno via tutti resti con me?

Vanno via tutti resti con me?

(Coez – Le luci della città)

21534510_922446214576768_521645495_o

21616914_924243007730422_1820553137_o

 

 

 

 

  • Foto e ricordi di una magnifica città.

 

 

 

21441401_921949984626391_1011211586_o

Stato del Vaticano.

 

21460180_922446234576766_1574085796_o

 

 

21459944_921949881293068_2069469473_o

 

 

Grazie Amica per avermi accompagnato in questo viaggio, il primo di mille altri ancora.

Grazie Amica per avermi accompagnato in questo viaggio, il primo di mille altri ancora.

 

nota: noi, in soli 3 giorni, abbiamo visitato la città piuttosto bene, ma forse 4 giorni sarebbero l’ideale. Ovviamente, la durata del viaggio dipende anche dai propri interessi. Ad esempio, se si vuole volete visitare la Cappella Sistina, vi consiglio di acquistare i biglietti online. Cliccando qui puoi visualizzare diverse opzioni e pacchetti per visite guidate nei musei e nelle chiese più belle di Roma.

Roma vi sta aspettando, siete pronti a scoprirla?

XOXO Cooker Girl.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment