Zuppa di cipolle francese – da Torino a Parigi, passando per New York

Mamma mi aveva promesso che un giorno mi avrebbe portata a Parigi, solo io e lei, tra le vie di quella magnifica città. Una promessa che poi mantenne, prenotando un volo last-minute direzione Charles de Gaulle. Non immagini quanto fossi felice, quanti pasticcini mi aspettavano e, soprattutto, quanta voglia avessi di affondare il cucchiaio in una Soupe à l’oignon, ovvero uno dei miei piatti preferiti.

Assaggiai la zuppa di cipolle in un piccolo bistrot, trovato per caso fra le strette vie della Ville Lumière: un brodo ricco, delizioso, sormontato da crostoni di pane e delizioso formaggio gratinato, il tutto servito in un pirottino che sembrava fosse stato creato per contenere quella zuppa divina. Ovviamente, non appena tornai a casa, il desiderio incontrollabile di mangiare nuovamente quel piatto rimase un pensiero fisso per tutto l’autunno.  “Perché non l’hai cucinata subito, allora?” ti chiederai. Ebbene, ho aspettato a prepararla perché mi mancava un elemento fondamentale: i pirottini identici a quelli visti a Parigi.

Strano, lo so, ma il piatto da portata è tanto importante quando il cibo che vi sta dentro. Ho quindi sempre rimandato la preparazione di questa ricetta sino a quando, durante il mio ultimo viaggio a New York, li ho trovati: candidi ciotolini, perfetti per la mia zuppa di cipolle. Ed così che ho potuto preparare questa ricetta, che, davvero, è uno dei piatti più buoni che io abbia mai mangiato.

 

 

Una zuppa leggermente dolce, avvolgente, ricca, profumata, sormontata da crostoni di pane imbevuti di quei sapori incredibili, ma croccanti e gratinati in superficie: pronta a cucinare uno dei piatti più buoni del mondo?

 

nota: con questa ricetta otterrai circa 4-5 porzioni. 

tempo richiesto per questa ricetta: circa 1.h30 

 

INGREDIENTI:

  • 1 kg cipolle bionde
  • 20 g burro
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio d’olio d’oliva
  • 1 cucchiaio farina 00
  • 100 ml vino bianco
  • 1 foglia di alloro
  • 2 rametti di timo
  • 1 litro brodo di carne caldo 
  • 1 cucchiaio Cognac o Brandy
  • 1 baguette o 1 filoncino di pane
  • 200 g formaggio comté o gruviera grattugiata
  • 1 spicchio d’aglio

METODO:

  1. come prima cosa, pela e monda le cipolle, lasciando però la parte della radice: servirà a far sì che la cipolla non si sfaldi mentre la tagli a fettine. Tagliale poi a metà nel senso della lunghezza ed infine in fettine sottilissime (circa 2-3 mm). In una casseruola (possibilmente in ghisa) a fuoco medio basso, fai sciogliere il burro insieme all’olio. Unisci poi le cipolle e lascia cuocere per circa 5 minuti. Condisci poi con un pizzico di sale e di pepe, copri con un coperchio e prosegui la cottura per circa 25-30 min., mescolando di tanto in tanto, sino a quando le cipolle saranno ben appassite, avranno cambiato leggermente colore divenendo più dorate e inizieranno ad attaccarsi al fondo della pentola. A questo punto, unisci la farina, mescola costantemente per circa 1 minuto. Sfuma poi con il vino bianco e lascialo evaporare per un paio di minuti.
  2. versa dunque il brodo caldo, mescola per amalgamare e unisci anche le erbe aromatiche legate insieme con un filo di spago. Lascia cuocere sempre a fuoco medio-basso per altri 30 minuti., mescolando occasionalmente. Una volta pronta, spegni il fuoco, aggiungi il cognac e assicurati che sia sufficientemente salata.
  3. preriscalda il forno a 250°C. Ricava delle fettine di pane dello spessore di circa mezzo cm, disponile su una teglia foderata di carta da forno, condiscile con un filo di olio evo e falle tostare in forno preriscaldato per circa 5 min. o sino a quando sono dorate. Una volta pronte, strofinale con uno specchietto d’aglio tagliato a metà e lasciale da parte.
  4. nei pirottini da forno, posiziona alla base una fettina di pane, copri con qualche mestolo di zuppa di cipolle e sulla superficie adagia ancora un paio di fettine di baguette. Copri con abbondante formaggio grattugiato ed inforna per il tempo necessario affinché si formi una crosticina dorata sulla superficie della zuppa (pochi minuti). Servi questa deliziosa Soupe à l’oignon caldissima.

 

Consigli:

  1. è importante che tu utilizzi delle cipolle bionde ed un ottimo brodo di carne: le cipolle diverranno dolci e quasi impalpabili, mentre il brodo renderà il tutto più gustoso e saporito. Ad ogni modo, se vuoi rendere questa zuppa vegetariana, puoi benissimo preparare un brodo di verdure seguendo questa ricetta: http://www.cookergirl.it/it/brodo-vegetale-how-to/
  2. mi raccomando, non usare il dado da cucina per il brodo! Preparare un buon brodo non solo è una scelta più sana, ma farà anche sì che tu ottenga un risultato decisamente migliore.
  3. le cipolle necessitano di una lunga cottura, così da diventare dolci. Inoltre, è importante che queste vengano stufate sino a quando assumono un bel colore ambrato, così come vedi nella foto.

 

 

Ecco come tagliare le cipolle: come vedi lascio la radice, ciò far sì che la cipolla non si sfaldi mentre la tagli a fettine.

 

Le cipolle caramellate, dopo aver aggiunto la farina.

 

 

 

 

 

 

 

 

Provala e poi fammi sapere: sono certa che te innamorerai follemente. Questa è la mia versione, aspetto la tua.

XOXO Cooker Girl.

Recommended Posts

Leave a Comment