Impostazioni di stampa:

PIZZA VELOCE AD ALTA IDRATAZIONE (88×100 idro) – è tutta una questione di attenzioni

Cambia porzioni1 Quantità

Piccole attenzioni, è tutta questione di piccole attenzioni.

Per l'impasto:
 400 g farina tipo 1 di media forza (12g proteine, W270)
 350 g acqua fredda
 10 g lievito di birra fresco
 1 cucchiaino di malto in polvere (opzionale=)
 10 g sale
 farina da polenta o semola q.b. per la stesura
Per il condimento:
 1 scatola di pelati
 sale e zucchero q.b.
 1 spicchio d'aglio piccolo
 origano secco q.b.
 2 cucchiai d'olio e.v.o.
1

Nella ciotola della planetaria munita di foglia, inseriamo la farina, il malto e sbricioliamo il lievito. Iniziamo quindi a lavorare per 2 min. gli ingredienti secchi, così da distribuire bene il lievito e ossigenare la farina.
Proseguiamo aggiungendo tutto in una volta metà dose d'acqua e lasciamo assorbire e lavorare per circa 5 min.
Dell'acqua rimanente, ne aggiungiamo una metà, poco alla volta, aspettando che venga assorbita prima di aggiungerne altra.
E' importante che l'impasto mantenga sempre l'incordatura (che si stacchi quindi dalle pareti della ciotola e si avvolga intorno alla foglia).
Unita questa prima parte di acqua, allora possiamo aggiungere il sale.
Una volta assorbito, finiamo di aggiungere tutta l'acqua rimanente, questa volta un cucchiaino alla volta. Letteralmente amici, un cucchiaino alla volta.
NOTA: se l'impasto dovesse apparirvi slegato, non incordato, fermate la planetaria, lasciate riposare 15 min., poi riprendete ad impastare.

2

Una volta incordato l'impasto, diamo qualche piega "slap and fold" (vedi note ricetta) e lo poniamo a lievitare in una ciotola precedentemente appena appena oleata fino a che l'impasto triplica il suo volume (2-3 ore, ma in ogni caso basatevi sempre solo sul volume).

3

quando l'impasto sarà lievitato, preriscaldiamo il forno a modalità statica, a 250 gradi. Iniziamo con la stesura: su una spianatoia, spolveriamo abbondantissima farina da polenta (o semola). Delicatamente, capovolgiamo il contenitore con l'impasto e lo lasciamo scivolare fuori: spolverizziamo ulteriormente la superficie dell'impasto, e usando i polpastrelli, lo stendiamo delicatamente. Non stendiamolo del tutto, diciamo del 70%: finiremo la stesura in teglia. Allora ecco che solleviamo delicatamente l'impasto, facciamo cadere la farina di polenta in eccesso e lo trasferiamo velocemente ma con delicatezza sulla placca da forno precedentemente oleata generosamente. Finiamo di stenderlo sollevando e tirando delicatamente le estremità dell'impasto.
Condiamo i pelati: in una ciotola rovesciamo il contenuto del barattolo e con le mani li schiacciamo per ottenere una salsa a pezzettoni, rustica e succosa. Ci grattugiamo dentro l'aglio, quindi condiamo quindi con sale, pizzico di zucchero, origano e olio. Mescoliamo per bene, poi ne versiamo a cucchiaiate sparse sulla base della pizza solamente un 70% della salsa (tenete un po' da parte, l'aggiungeremo dopo). Allarghiamo e spalmiamo uniformemente il pomodoro e siamo pronti ad infornare in forno preriscaldato per circa 15 min.
Trascorso il tempo, tiriamo fuori la pizza, uniamo l'ultima parte del pomodoro a cucchiaiate sparse, lo allarghiamo leggermente, e la inforniamo di nuovo per gli ultimi 5 min. di cottura: così facendo, il pomodoro rimarrà sugosissimo e avvolgente.

4

La sforniamo e subito la togliamo dalla teglia per trasferirla su di una gratella: così la base rimarrà super croccante.